Sport

La porta della vittoria per la Cestistica resta ancora “Chiusi” – di Luca Ficuciello

Avatar
Scritto da Peppe Nacci
 
Secondo match di campionato e seconda sconfitta per la Cestistica San Severo in terra toscana al cospetto della Pallacanestro Chiusi.
La formazione padrona di casa, a dispetto del suo ruolo di matricola,  si presentava alla vigilia di questa partita dopo aver mostrato ottime credenziali,  sia in Supercoppa,  sia -soprattutto- nella prima partita del torneo, peraltro vinta in trasferta.
La Cestistica,  pertanto,  era conscia della difficoltà che l’incontro avrebbe presentato: sta di fatto, però,  che per l’intera prima metà del complessivo tempo di gioco, la compagine di coach Bechi riusciva a tenere testa agli avversari,  non permettendo a questi ultimi di operare alcun break, e dimostrando quanto di buono offerto nello scontro di esordio di domenica scorsa,  ovvero grinta, corsa ed agonismo.
Purtroppo è risaputo che chi basi prevalentemente il proprio gioco sulla intensità,  possa pagare dei momenti in cui ‘rifiatare ‘ , ed è proprio in quei momenti (con Scafati nel secondo quarto, con Chiusi nel terzo), che I competitors dei gialloneri calano l’asso e ottengono quel margine di vantaggio che poi sarà a dimostrarsi decisivo.
L’asso per la compagine senese, in questa serata di autunno,  si è rivelato l’americano Wilson, che ha rifilato ai sanseveresi un bel trentello di score personale, tanto da risultare decisivo per la vittoria dei suoi.
È chiaro che essersi trovati al cospetto di un player in vena assoluta ha determinato quel gap che ha fatto pendere l’ago della vittoria in favore dei toscani.
Nonostante ciò,  è da rimarcare il costante sforzo dei sanseveresi per restare attaccati alla partita sino alla fine, ma qualche errore di troppo dalla linea di carità, il poco peso sotto le plance e il contributo da considerare per ora da ‘mera ordinaria amministrazione ‘ offerto da De Shield, non hanno di certo agevolato la rincorsa ai senesi.
Certamente ora sarebbe facile parlare di ‘mal di trasferta ‘ (la memoria ci porterebbe molto indietro negli anni per ricordarne una..), ma restano da fare due considerazioni doverose,  la prima è che non sempre troveremo (almeno si spera) dalla altra parte del parquet cestisti ai quali vada bene sempre tutto, la seconda è che -probabilmente- la salvezza la si dovrà conquistare non perdendo più punti nelle partite casalinghe, approfittando del ritorno seppur parziale del pubblico sulle gradinate del PalaCastellana.
Ancora una trasferta per la compagine dauna domenica 17 ottobre: si va in terra marchigiana,  a sfidare la Pallacanestro Fabriano,  già sconfitta in Supercoppa a San Severo; non tragga in inganno questo precedente,  sia perché si giocherà sui legni dell’avversario, sia perché il campionato è tutta altra cosa rispetto alla passerella della coppa nazionale.
Dovendosi giocare nella terra delle cartiere, l’auspicio è che, stavolta,  a giocare la ‘carta’ vincente,  sia finalmente la Cestistica San Severo.
Risultato finale:
84 Pallacanestro Chiusi 71 Cestistica San Severo 
Luca Ficuciello 
 
Foto By Cesare di Sanno

Circa l'autore

Avatar

Peppe Nacci

Lascia un Commento